Catanzaro: Grazioso Manno dopo 24 anni lascia il Consorzio di Bonifica, con una decisione improvvisa che sorprende e stupisce tutti

Grazioso Manno, presidente del Consorzio di Bonifica Ionio catanzarese, ha comunicato di non volersi ricandidare alle prossime elezioni consortili. Anche in questo caso, il Presidentissimo, il deus ex macchina dei Consorzi di Bonifica, come definiscono tutti Grazioso Manno non si è smentito: ha annunciato la non presentazione delle liste e quindi la non candidatura alle elezioni del Consorzio Ionio Catanzarese che si terranno il prossimo 27 ottobre per la consiliatura 2019-2024, seguendo e applicando correttamente il garbo istituzionale che lo ha sempre contraddistinto e che sicuramente ha ereditato da quello che è stato il suo maestro lon. Ernesto Pucci.

Infatti prima ai consiglieri del Consorzio, poi a tutti i dipendenti e di conseguenza ai consorziati, ha comunicato questa sua precisa volontà, una decisione ha affermato presa con grande serenità.


La decisione di Manno, sia pure formalmente comunicata, ha veramente sorpreso ed ha lasciato tutti di stucco e, specialmente i consiglieri più vicini a lui, che neppure minimamente pensavano di ricevere una tale comunicazione, ci sono rimasti male anche perchè già fervevano i preparativi per la presentazione delle liste e nessuno si aspettava quanto avvenuto; infatti il Presidentissimo era, come al solito, in piena e fervente attività e nulla lasciava presagire questa sua determinazione. Cosa sarà successo in pochi giorni che ha indotto Manno a una tal decisione? È quello che si chiedono in tanti dopo avere appreso la notizia. Lo sapremo nei prossimi giorni?

Comunque una cosa è certa, Manno, dopo 24 anni di Presidenza del Consorzio di Catanzaro e 15 anni di Presidenza dell’Urbi Calabria sempre eletto all’unanimità e con alte responsabilità nel sistema delle Bonifiche a livello nazionale, lascia quella che lui definisce la sua famiglia. “Mi porto dentro – ha affermato – una bella ricchezza, un grande tesoro fatto di tantissimi amici che mi ha dato la possibilità di aver lavorato con tanti sindaci e amministratori locali al di là del colore politico”.

A conferma della sua innata generosità e attenzione alle persone ha ancora detto: il rammarico con il quale lascio, è quello che non possiamo vederci tutti i giorni, anche se,ha assicurato da uomo delle Istituzioni fino alla fine farò il mio dovere per permettere lo svolgimento democratico e partecipato alle imminenti elezioni consortili. Infiniti ha proseguito sono i ringraziamenti che dovrei fare, ma li riassumo tutti in un immenso e corale abbraccio, a tutti e dico tutti, sono grato per questo straordinario, affascinante e lungo tratto di strada che insieme abbiamo percorso. Grazioso Manno è un dirigente di grande livello e di assoluto spicco: sempre impegnato in politica nella Democrazia Cristiana a fianco di Ernesto Pucci con il quale ha condiviso e imparato tutto innestando la sua caparbia verve organizzativa e di capacità sindacale nella Coldiretti dove ha avuto funzioni di primo piano a livello regionale e nazionale e spesso ha rinunciato (quanti lo avrebbero fatto?) ad incarichi e ruoli di responsabilità e di grande prestigio. Certamente Manno, è e rimane, una Personalità all’interno del panorama politico/amministrativo, sociale e culturale della Calabria e non solo. Epiche ed entusiasmanti le sue innumerevoli battaglie condotte sempre con grande efficacia ma sapendo mantenere sempre la barra diritta. Saprà sicuramente trovare spazi e possibilità di impegno sempre a servizio della Calabria e dei suoi cittadini di quel popolo autentico e genuino che lui tanto ama! Mi sento onorato ha detto con commozione a consiglieri e dipendenti di aver lavorato con Voi!

La decisione di Manno, sia pure formalmente comunicata, ha veramente sorpreso ed ha lasciato di stucco specialmente i consiglieri più vicini a lui che neppure minimamente pensavano di ricevere una tale comunicazione, anche perchè già fervevano i preparativi per la presentazione delle liste e nessuno si aspettava quanto avvenuto dal momento che il Presidentissimo era, come al solito, in piena e fervente attività. Cosa sarà successo in pochi giorni che ha indotto Manno a una tal decisione? Forse lo sapremo nei prossimi giorni? Oppure non sapremo nulla?

Commenti Facebook