A Bari in 20.000 alla “Race for the Cure” la manifestazione per la lotta ai tumori al seno

Si è svolta a Bari la Race for the Cure, la più grande manifestazione al mondo per la lotta ai tumori al seno. Si tratta di una annuale corsa e passeggiata, organizzata dall’Associazione Susan G. Komen Italia, con la quale si vogliono sensibilizzare le donne a fare prevenzione contro il tumore al seno e per dare sostegno a chi è ammalato. La partecipazione (20mila iscrizioni) è stata superiore a quella dello scorso anno.

Le maglie di colore rosa e bianco, simbolo della manifestazione, sono state indossate da un esercito di podisti partito alle 10 da piazza della Libertà, davanti alla prefettura di Bari, dopo aver intonato l’inno nazionale sulle note delle fanfare dell’Aeronautica e dell’Esercito. Due i percorsi: la gara di 5 chilometri e la passeggiata di 2 km.

Alla manifestazione c’era anche una squadra speciale: quella delle suore del Santissimo Rosario di Bari capitanata da Suor Paola.

Anche il sindaco Antonio Decaro ha partecipato alla Race for the Cure, che quest’anno si è svolta in contemporanea con l’edizione di Roma.

 “La Race for the Cure – ha dichiarato il Sindaco – è ormai un appuntamento importante per Bari. Anche questa volta la città ha risposto benissimo, un fiume di magliette bianche e rosa ha invaso le nostre strade. Una corsa particolare, un’iniziativa che serve a stare insieme e a sensibilizzare sull’importanza della prevenzione tanti cittadini che sono venuti qui oggi. Quest’anno Bari ha vissuto la partenza in contemporanea con Roma attivando un grande circuito rosa. Grazie alla Komen che ancora una volta ha scelto la nostra città come tappa nazionale nel sud Italia. Ho scelto di correre con mia figlia, perché per parlare di prevenzione non è mai troppo presto. E’ stata una bellissima giornata di sport, di comunità e di riflessione. Abbiamo vinto tutti. Ha vinto la città, ha vinto la prevenzione”. 

Commenti Facebook