Biden parla da già da presidente ed avverte Trump: “Questa è la nostra democrazia e non accetteremo che venga sovvertita”

Joe Biden ha parlato questa notte deludendo tutti quelli che si aspettavano, toni forti ed un’autoproclamazione della vittoria .

Il discorso breve, pacato ma dai toni di chi si considera, con molta probabilità, il futuro inquilino della Casa Bianca, ha regalato comunque spunti molto interessanti.

Si è rivolto, innanzitutto, ai sostenitori di Trump invitandoli a state calmi, ricordando loro che sarà il presidente di tutti ma ribadendo anche con fermezza: “questa è la nostra democrazia e non accetteremo che venga sovvertita”.

Ha poi rassicurato i suoi sostenitori: siamo già al lavoro,ha detto, non ci lasceremo trascinare nelle polemiche

Joe Biden ha quindi commentato lo stato attuale dall’elaborazione del voto in corso negli stati chiave che indicano che è sulla buona strada per rivendicare la presidenza.

“I numeri ci dicono in modo chiaro e convincente che vinceremo questa gara”, ha detto Biden. “Il nostro totale di voti è ancora in crescita. Stiamo battendo Donald Trump di oltre quattro milioni di voti, e anche questo è un margine che sta ancora crescendo “.

L’ex vicepresidente ha indicato una serie di conteggi in cui non solo ha colmato il divario con Trump, ma ha addirittura superato e ampliato il suo vantaggio.

Questi stati includono la Pennsylvania, che detiene 20 delegati del collegio elettorale dove è in testa per quasi 29.000 voti mentre in Georgia Biden ha un vantaggio molto più ristretto, ma in espansione, attualmente in vantaggio di quasi 4.400 voti.

Nel frattempo, Biden continua a prevalere in Nevada, dove ha un vantaggio di quasi il 2%.

Una vittoria in uno di questi stati porterebbe Biden oltre la soglia dei 270 voti del Collegio elettorale necessario per rivendicare la Casa Bianca.

Commenti Facebook