Comune di Bari ed Unicredit ancora insieme per la solidarietà: le nuove iniziative a tutela delle persone fragili

Il nuovo anno vedrà continuare la collaborazione tra il Comune di Bari e UniCredit – banca tesoriera del Comune di Bari –  all’insegna della solidarietà e dell’attenzione nei confronti delle persone più fragili della comunità.  Saranno numerose le iniziative,  in ambito culturale e sociale,  che saranno realizzate dall’amministrazione comunale grazie al contributo annuale di 40.000 euro assicurato da UniCredit, in aggiunta a quelle già promosse dagli assessorati competenti e dalla rete cittadina del welfare.

Le hanno illustrate alla stampa, giovedì mattina, il sindaco Antonio Decaro, il direttore regionale Sud di UniCredit Elena Goitini, gli assessori al Welfare e alle Culture, Francesca Bottalico e Silvio Maselli, il presidente dell’associazione di volontariato InConTra Gianni Macina e i rappresentanti dell’associazione culturale Vitruvians Performing Arts, vincitrice dell’avviso per l’organizzazione del festival delle arti di strada, organizza “ViandARTE – Festival delle arti di strada 2017”.
Di seguito le principali iniziative che godono del sostegno di Unicredit:

“Bari Arti di Strada” (B.Art.s) – seconda edizione

Dopo la prima, fortunata edizione, il festival delle arti di strada torna per il secondo anno consecutivo a proporre spettacoli che spaziano dall’acrobatica alla giocoleria, dal cabaret alla musica popolare, dall’equilibrismo alla danza, dalla clowneria ai giochi con il fuoco per incantare adulti e bambini.

Progetti a favore di soggetti con disabilità

Unicredit partecipa al finanziamento dell’avviso per la concessione di contributi alle associazioni senza scopo di lucro che si occupano della disabilità e che promuovano attività per l’inclusione sociale, l’integrazione e l’autonomia, privilegiando il movimento e la promozione socio-culturale. Si tratta del primo intervento in tal senso dell’assessorato al Welfare, che intende così perseguire, in coerenza con le finalità dell’amministrazione comunale, obiettivi di socializzazione, crescita culturale, conoscenza del territorio e di benessere psico-fisico attraverso la realizzazione di progetti rivolti a minori e adulti con disabilità.

Bari Social Book

Grazie al contributo di Unicredit sarà organizzata la seconda edizione del Festival del libro sociale e di comunità nell’ambito dell’iniziativa Bari Social Book, la rete che intende implementare una politica organica di sostegno all’educazione alla lettura per favorire la crescita del benessere individuale e di comunità, attivando e valorizzando presidi di lettura popolare allestiti in luoghi di cura, socialità ed accoglienza già strutturati ed organizzati, come pure in spazi informali di ritrovo quali piazze, giardini e strade, anche in forma itinerante.

La Casa dei bambine e dei bambini

È il centro polifunzionale per l’infanzia del Comune dedicato alle famiglie fragili con figli  piccoli (da 0 a 36 mesi) per sostenere i loro bisogni attraverso servizi educativi, percorsi per la genitorialità  e l’offerta di beni di prima necessità presso l’Emporio e  la Boutique sociale.
Inoltre Unicredit conferma il proprio sostegno ai tradizionali momenti conviviali  promossi dall’amministrazione comunale durante le festività natalizie per consentire a chi è solo, o in difficoltà, di trascorrere alcune giornate speciali in compagnia. Sono confermati infatti gli appuntamenti con la cena di San Silvestro e il pranzo di Capodanno, momenti all’insegna della solidarietà negli spazi dello Stadio del Nuoto coordinati dai volontari dell’associazione InConTra e realizzati grazie alla generosità della Ladisa ristorazione. Un esempio di sinergia tra pubblico e privato per una comunità che sa stringersi introno a chi è più fragile.
Infine, grazie alla disponibilità di Unicredit, è stato possibile acquistare 40 tute sportive per gli ospiti dell’Istituto penitenziario per minori “Fornelli”, 200 felpe in pile da distribuire tra le persone senza dimora che vivono sul territorio cittadino, album da disegno e colori per i piccoli degenti del Giovanni XXIII e ancora alberi di natale, presepi e San Nicola di cioccolato per i bambini di diverse comunità straniere e per associazioni e famiglie che assistono ragazzi con disabilità. 

Commenti Facebook