Catanzaro: sottoscritto un protocollo d’intesa tra la Consolidal e il Carcere per attività a favore dei detenuti

E’ stato sottoscritto un protocollo di intesa tra la Casa Circondariale “Ugo Caridi” di Catanzaro, diretta dalla dr.ssa Angela Paravati e l’Associazione nazionale di promozione sociale Consolidal, Sezione Locale di Catanzaro, presieduta dall’arch. Teresa Gualtieri. Il protocollo rafforza i rapporti di collaborazione già in essere da alcuni anni e che ora vengono formalizzati con impegni reciproci tesi a realizzare attività volte a sostegno della persona detenuta e della genitorialità in carcere, nel pieno rispetto del principio di umanizzazione della pena e della dignità dell’uomo, nonché a sensibilizzare il territorio verso queste tematiche.
A tal fine il protocollo prevede vari ambiti di intervento con la promozione ed elaborazione di progetti in favore dei detenuti, l’attivazione di percorsi di accompagnamento educativo, di educazione alla legalità attraverso lo sport, lo spettacolo la cultura e la formazione volti a favorire il diritto/dovere all’istruzione e conseguentemente il reinserimento sociale e prelavorativo dei detenuti.
Sono, in particolare, previste: attività culturali, ricreative e sportive tese a stimolare nei detenuti il desiderio di migliorarsi anche attraverso lo studio, la riflessione e il confronto; interventi progettuali diretti a particolari categorie di soggetti (detenuti immigrati, detenuti con prole); iniziative di aiuto e sostegno morale alle persone detenute; iniziative di sensibilizzazione e di educazione alla legalità e alla solidarietà; attività di utilità alla persona attraverso incontri e iniziative che possano essere portate come informazione all’esterno in modo da sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso i mezzi di comunicazione.
Saranno programmati incontri specifici tra i rappresentanti della Consolidal e della Casa Circondariale per concordare attività, iniziative e progetti da intraprendere, definendone i contenuti e gli aspetti operativi.
Soddisfazione è stata espressa dall’arch. Gualtieri, presidente della Consolidal, per la firma del protocollo che consentirà di intensificare le attività e i rapporti già in essere con la Casa Circondariale, ed ha rivolto un particolare ringraziamento alla direttrice Angela Paravati per la grande disponibilità e sensibilità che ha sempre dimostrato favorendo la realizzazione di varie iniziative che sono il segno tangibile degli effetti positivi che può determinare la collaborazione sinergica tra pubblico e privato.
Già da alcuni anni, infatti, la Consolidal e la Casa Circondariale stanno interagendo con varie iniziative, in particolare, il concorso “Natale, fraternità senza barriere” giunto ormai alla quarta edizione, con la premiazione di artistici presepi realizzati dai detenuti; significativa è stata la realizzazione di una saletta, appositamente arredata, per consentire ai detenuti genitori di bambini, di poter accogliere i loro figli in un ambiente che riproduce quello familiare; la Consolidal, recentemente, ha anche messo a disposizione un notaio, socio della stessa associazione che, senza alcun compenso, provvede ad alcuni adempimenti richiesti dai detenuti che necessitano del ministero notarile.
Alla firma del protocollo hanno assistito anche l’avv. Antonio Nania, vice presidente nazionale e l’avv. Luigi Bulotta, segretario nazionale della Consolidal che hanno espresso anche loro apprezzamento per il rapporto di concreta collaborazione che si è instaurato tra Consolidal e Casa Circondariale, convinti che il protocollo costituirà uno strumento valido per rendere ancora più efficace la comune azione per favorire il percorso di rieducazione dei detenuti.

Commenti Facebook