Cosenza: aggredito in centro il giornalista Michele Santagata: la solidarietà del mondo della politica e dell’informazione

Continua la serie di atti di intolleranza nei confronti degli operatori dell’informazione. Michele Santagata, uno dei responsabili del sito Iacchité di Cosenza, è stato vittima di un atto intimidatorio,aggredito e picchiato selvaggiamente da due persone che evidentemente lo aspettavano e sono scese da un’auto parcheggiata in via Miceli di Cosenza.  
Picchiandolo con calci e pugni, gli aggressori,- ha riferito Santagata- l’hanno invitato a non parlare più del boss di Rende, Francesco Patitucci, e a rimuovere dal sito le foto del sindaco di Rende, Marcello Manna, ritratto insieme al giudice di Catanzaro, Marco Petrini. L’articolo contestato si riferiva a una inchiesta che coinvolge nomi illustri del cosentino.

Il giornalista è stato costretto a raggiungere il pronto soccorso per le cure del caso. Per fortuna nulla di grave oltre a contusioni e escoriazioni. L’aggressione è avvenuta davanti a decine di persone

Questo ulteriore episodio di intolleranza nei confronti di chi, facendo il suo dovere di professionista, da notizie che possono urtare la suscettibilità e la reazione di chi ha interesse che quelle notizie non vengano divulgate, è sintomatico del clima di prevaricazione delle regole che impera, favorito da coloro che a quelle regole si oppongono. Questo ennesimo episodio di violenza deve comunque far apprezzare la funzione insostituibile del giornalismo nel dare notizie, contezza della verità dei fatti, favorendo l’affermazione dei principi di legalità.

Mario Occhiuto

L’episodio è stato condannato da diversi esponenti del mondo politico e dell’informazione.
“Condanno con fermezza – ha affermato il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto- ogni forma di violenza verso le persone, di qualsiasi tipo essa sia, e non posso non esprimere condanna anche nei confronti dell’episodio verificatosi ieri pomeriggio in città, in via Miceli dove, secondo quanto stanno accertando le forze dell’ordine, il blogger cosentino Michele Santagata, avrebbe subito una vile aggressione da ignoti. Ogni atto intimidatorio – sottolinea Occhiuto -incarna di per sé una condotta riprovevole, ma quando si accompagna alla violenza e alla assoluta mancanza di rispetto nei confronti delle persone, non può non suscitare sentimenti di sdegno”.

La federazione di Cosenza del Partito Democratico ha espresso solidarietà a Santagata per il vile attentato subito. “Ci auguriamo – si legge in una nota -che venga al più presto fatta chiarezza sull’episodio e che gli autori vengano assicurati alla giustizia. Siamo e saremo sempre al fianco dell’informazione libera e del giornalismo d’inchiesta, che vanno sempre tutelati da ogni forma di violenza e intimidazione”.

Donatella Argirò

Solidarietà è stata anche espressa da Donatella Argirò, candidata al Consiglio regionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria.
È di una gravità inaudita – ha dichiarato Argirò -l’aggressione al giornalista e redattore del sito “Iacchitè”, Michele Santagata. Il sito Iacchitè , è un sito regolarmente registrato che ha sempre rappresentato una fonte libera di informazione, di capacità di entrare nella notizia. Si tratta del segnale evidente di come la violenza abbia oltrepassato il confine della parola e del rispetto alla trasparenza e della legalità. Esprimo piena solidarietà – continua la Argirò- al collega Santagata, ribadendo che bisogna contrastare in ogni modo il propagarsi di forme limitanti la manifestazione della libertà di parola e di espressione che la nostra Costituzione sancisce, dando risposte concrete contro l’imperante clima di aggressività fisica e verbale che può protrarsi ogni oltre limite”.

Come Redazione non possiamo che esprimere la nostra solidarietà e condannare e riprovare fermamente questo ulteriore episodio di violenza che lede i diritti fondamentali come la libertà di espressione che devono essere garantiti a tutti. Ma la libertà di stampa merita tutele speciali, perché sotto il suo ombrello viene salvaguardato anche il diritto dei cittadini a ricevere informazioni.

Commenti Facebook