Gli scienziati cinesi hanno scoperto un nuovo tipo di influenza suina: può causare una pandemia


 Gli scienziati cinesi hanno scoperto un nuovo tipo di influenza suina in grado di provocare una pandemia nell’uomo.

Secondo uno studio pubblicato lunedì sulla rivista scientifica americana Proceedings of National Academy of Sciences (PNAS), questo nuovo tipo di malattia contagiosa di nome G4 proviene dal ceppo H1N1 che ha causato la pandemia nel 2009.

Ha ” tutte le caratteristiche principali che possono essere ampiamente adattate per infettare gli esseri umani ” , secondo gli autori dello studio dell’ università cinese e il Centro di controllo e prevenzione delle malattie (CDC).

Tra il 2011 e il 2018, i ricercatori locali hanno prelevato 30.000 tamponi dal naso di maiale nei macelli in dieci province cinesi e in un ospedale veterinario, consentendo loro di isolare fino a 179 diversi virus dell’influenza suina.

I ricercatori hanno quindi effettuato vari esperimenti, tra cui esperimenti sui furetti, che sono spesso usati per studiare l’influenza, poiché sperimentano sintomi simili della malattia come gli umani: febbre, tosse e starnuti.

È stato scoperto che l’influenza suina G4 è altamente infettiva, si duplica nelle cellule umane e causa sintomi più gravi nei furetti rispetto ad altri virus.

I test hanno anche dimostrato che qualsiasi immunità acquisita dalle persone a causa del superamento dell’influenza stagionale non fornirà loro protezione contro il G4.

Gli esami del sangue, che hanno monitorato gli anticorpi nelle persone esposte al virus, hanno mostrato che il 10,4 percento dei maialini era infetto da questo tipo di influenza suina.

Il nuovo virus trovato nei maiali ha preso piede dal 2016″ e “il suo genoma contiene elementi che lo hanno reso in grado di infettare l’uomo”. Secondo i ricercatori, quello osservato in Cina “sarebbe il primo gradino nella scala dell’evoluzione che porta a una pandemia umana”.

Commenti Facebook