Lo zenzero e le sue virtù: una radice ricca di proprietà benefiche

La nostra alimentazione è, spesso, monotona  e ricca di prodotti industriali che, trasformati, perdono, a volte,  alcune delle loro proprietà. Tuttavia, si sta diffondendo una maggiore attenzione allo stile di vita che ne migliora la qualità. Si è, finalmente, compreso che oltre all’attività fisica un ruolo importante è rivestito anche da un’alimentazione sana. Attualmente, un ruolo importante è attribuito all’uso degli antiossidanti, sostanze che, senza essere farmaci, prevengono o rallentano il danneggiamento delle cellule. Gli antiossidanti sono contenuti negli integratori alimentari o possono essere consumati freschi. Recenti ricerche annoverano fra  le numerose piante con queste caratteristiche lo zenzero. Questa  radice, originaria dell’Asia orientale,  ha talmente tante proprietà che ad elencarle tutte si rischia, comunque, di dimenticarne qualcuna: riduce la nausea, è ottima nelle diete  perché brucia i grassi  trasformando il cibo in energia, riattiva il metabolismo, drena i liquidi favorendo un effetto anticellulite, regola i livelli di glicemia e colesterolo, allevia i dolori e le infiammazioni, calma il mal di testa, i dolori addominali, calma la tosse. Queste sono solo alcune delle proprietà di questa spezia che  può essere inserita nella nostra dieta consumata fresca, tagliata a  pezzetti,  in  tisane e decotti oppure grattugiata su pasta, riso, carni o in polvere. Le quantità consigliate fanno riferimento a 30 – 40 grammi di radice fresca o 3 – 4 grammi se in polvere. Squisita e utilissima nelle diete è la limonata con lo zenzero: una tazza al giorno aiuta a ridurre il senso di fame . Ma, attenzione,  bisogna attenersi alle dosi consigliate: un eccesso di zenzero procura bruciori di stomaco e disturbi gastrointestinali. Inoltre,  bisogna ricordare  che  non  è indicata per chi soffre di gastrite o ulcere.

 

 

Commenti Facebook