Martina Franca: dal 20 novembre torna “In farmacia per i bambini”


A volte un gesto di generosità a favore dei bambini che si trovano nelle condizioni di povertà sanitaria é indispensabile per garantire loro le cure; i genitori meno abbienti, infatti, posso persino trovarsi nella condizione di dover scegliere le cose da comprare.

Per questo motivo da venerdì 20 novembre, Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia, e fino al 27 novembre, torna “In Farmacia per i bambini”, l’iniziativa nazionale della Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus per la sensibilizzazione dei diritti dei più piccoli e la raccolta di farmaci da banco, alimenti per l’infanzia e prodotti pediatrici per i bambini in povertà sanitaria.

Giunta all’ottava edizione, si svolgerà in 2000 farmacie aderenti in tutta Italia; come di consueto Martina Colombari, madrina della Fondazione, sarà testimonial e volontaria dell’iniziativa.

Dopo il successo dello scorso anno, Fondazione Francesca Rava – NPH Italia Onlus ha deciso di ripetere a Martina Franca la collaborazione con l’Associazione di Volontariato Pubblica Assistenza A.R. 27 – SERMARTINA, per offrire un servizio di informazione nelle farmacie ai cittadini.

Per una intera settimana i cittadini potranno acquistare e donare farmaci da banco, alimenti per l’infanzia e prodotti pediatrici recandosi nelle due farmacie di Martina Franca che hanno aderito all’iniziativa: Semeraro Rosa, in Via Giuseppe Fanelli n.76, e Mega dott. Pasquale, in Via Lelio Fanelli n.65.

Troveranno ad accoglierli i volontari di Pubblica Assistenza A.R. 27 – SERMARTINA che illustreranno i fini dell’iniziativa e riceveranno i farmaci e prodotti pediatrici che i cittadini acquisteranno e doneranno.

I prodotti così ricevuti saranno donati alle famiglie indigenti con bambini, distribuzione curata presso la Casa del Volontariato, in Via Mottola, 1/B a Martina Franca, presso cui si rivolgono quotidianamente tanti genitori in difficoltà.

All’emergenza sanitaria Covid-19 è seguita quella sociale ed economica, “In Farmacia per i bambini” è quindi ancora più importante, per portare aiuto concreto a tanti bambini e numerose famiglie in difficoltà.

Commenti Facebook