Prevenzione, solidarietà e promozione della cultura: continua l’impegno della Associazione Teura di Tiriolo (CZ)

Fervono le iniziative dell’Associazione Culturale Teura che ha tra i suoi obiettivi la conservazione e valorizzazione della memoria storica di Tiriolo (CZ). E’ recentissima, infatti, la notizia, diffusa dalla stessa associazione, che la Diocesi di Lamezia Terme e la Parrocchia Beata Vergine della Neve e delle Grazie hanno espresso parere positivo alla esposizione temporanea della riproduzione delle opere di Marco Cardisco,   noto pittore tiriolese del Cinquecento, nella Chiesa Matrice di Maria SS. della Neve. La riproduzione era stata curata mesi addietro dalla stessa Teura e fino ad ora le opere sono state esposte nella Casa comunale della cultura. La richiesta era stata formulata dal dott. Antonio Montuoro, attivo presidente della Teura.

Marco Cardisco fu l’unico tra gli artisti dell’area meridionale a suscitare l’interesse del grande pittore e storiografo fiorentino Giorgio Vasari che gli dedicò una biografia nella sua opera “ LE VITE dei più eccellenti pittori, scultori e architetti”, in cui espresse questo lusinghiero giudizio sull’artista tiriolese: “ingegno buono, sbocciato per miracolo in un paese dove non nascono uomini di simile professione”:

La Teura, tramite il presidente Montuoro, ha espresso i più sentiti ringraziamenti al Vescovo di Lamezia Terme, S.E. Mons. Giuseppe Schillaci, al Vicario Generale, don Adamo Castagnaro, al Direttore dell’Ufficio Beni Culturali ed Edilizia di Culto della Diocesi di Lamezia Terme, don Antonio Agostino Astorino, nonchè al Parroco di Tiriolo, don Giovanni Marotta.

Grazie alla loro sensibilità e all’amore per la cultura, dopo il successo dell’esposizione dello scorso anno – ha dichiarato Montuoro -le opere del più importante pittore meridionale del Cinquecento potranno continuare ad essere ammirate nel suo paese di nascita”.

E’ intenzione dell’Associazione Teura, previo accordo con il parroco, richiedere i necessari pareri alla Soprintendenza al fine di consentire che le opere vengano permanentemente accolte nella Chiesa Matrice che si erge maestosa in cima al centro storico di Tiriolo.

Un momento della consegna del termoscanner al parroco don Giovanni Marotta dal dr. Montuoro

Ma la Teura, sempre in questi giorni, si è resa parte attiva con un’altra bella iniziativa donando due termoscanner per la misurazione della temperatura alla parrocchia della Beata Vergine della neve e delle grazie di Tiriolo e alla Parrocchia Maria Madre della Chiesa della Frazione Pratora.

Si è trattato di un piccolo gesto di solidarietà e sicuramente di grande utilità per dare sicurezza ai fedeli che partecipano ai riti religiosi prevenendo possibili contagi del Covid.

Commenti Facebook