Regione Calabria: pubblicato il bando per l’erogazione di finanziamenti ad Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale impegnate nell’emergenza covid-19,

E’ stato predisposto e pubblicato sul sito istituzionale della Regione Calabria, a cura del Settore Politiche Sociali, diretto da Saveria Cristiano, del Dipartimento Tutela della salute e Servizi socio assistenziali, di cui è dirigente generale Francesco Bevere, l’avviso avente ad oggetto “Bando per l’erogazione di finanziamenti ad Organizzazioni di Volontariato o Associazioni di Promozione Sociale impegnate nell’emergenza covid-19, in base all’accordo di programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Calabria ai sensi degli articoli 72 e 73 del D.Lgs. n. 117/2017 Codice del Terzo Settore”. L’avviso è pure pubblicato sul BURC n.120 del 18/12/2020. L’iniziativa rientra tra le numerose attività portate avanti dall’Assessorato regionale al Welfare, guidato dall’assessore Gianluca Gallo.

Gianluca Gallo

“Con questo avviso, la Regione intende riconoscere – ha evidenziato l’assessore Gianluca Gallo – la difficile situazione economica che stanno attraversando organizzazioni e associazioni che rischia di mettere in crisi la loro capacità di rispondere ai bisogni e alle fragilità emergenti nelle comunità locali, così come di svolgere quell’insostituibile funzione di promozione dei legami sociali e della cittadinanza attiva, nonché di sensibilizzazione sui fondamentali temi della tutela dell’ambiente e della biodiversità e della lotta al cambiamento climatico, prevedendo un’opzione di intervento, in sostituzione o in aggiunta alla modalità di sostegno alle ODV e alle APS, tramite il finanziamento di progetti, forme di sostegno allo svolgimento dell’ordinaria attività statutaria degli enti medesimi, dando una boccata di ossigeno che consenta loro di continuare a svolgere le loro attività”.

INIZIATIVE FINANZIABILI

Le risorse, che ammontano a 1,2 milioni di euro, sono finalizzate a sostenere, sia nella cosiddetta fase 1, che nella fase di graduale uscita dall’emergenza sanitaria Covid-2019, le attività svolte da ODV e APS , con particolare riguardo alle realtà che gestiscono un presidio fisico sul territorio. In particolare:

1. interventi per rispondere ai bisogni fondamentali e alle esigenze straordinarie della popolazione e in particolare delle persone fragili, a seguito dell’emergenza creatasi sul territorio a causa del diffondersi del Covid-19;

2. riavvio e mantenimento sul territorio delle iniziative culturali, sportive, ricreative, educative, ecc., e loro adeguamento alle condizioni imposte dalle misure di prevenzione ai fini di contrasto all’isolamento sociale;

3. prosecuzione attività, a seguito della sospensione dovuta all’emergenza sanitaria e nel rispetto delle indicazioni vigenti in materia di contrasto alla diffusione del Covid19, dei centri sociali, aggregativi e ricreativi;

4. azioni di sostegno alle persone in condizione di fragilità e di svantaggio al fine di prevenire e contrastare fenomeni di impoverimento, marginalità e di isolamento sociale;

5. promozione e sviluppo del recupero dei beni alimentari e non a fini di solidarietà sociale e del corretto riutilizzo, riciclo, conferimento dei beni a fine vita.

6. promozione di azioni per combattere il cambiamento climatico, per la tutela dell’ambiente e il benessere degli animali. Le attività dichiarate devono comunque essere coerenti con le finalità indicate nello statuto del soggetto richiedente e rientrare fra quelle di cui all’art. 5 del D.Lgs. n. 117/2017.

SPESE AMMISSIBILI

Per lo svolgimento delle attività sono ammesse le spese relative all’inizio delle attività progettuali dal 08/03/2020 data dell’emanazione del DPCM 8 marzo 2020, e avuto riguardo alle disposizioni contenute nel DL 7 ottobre 2020, n. 125 “ Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 ” al 31/01/2021 come di seguito specificate:

• spese di gestione immobili (canoni di affitto, utenze, pulizie, piccole manutenzioni ordinarie strettamente necessarie allo svolgimento delle attività, ecc.);

• spese per igienizzazione / acquisto DPI / attuazione misure di contrasto alla diffusione del Covid-19; 2 8. Contenuti della domanda 9. Ammissione delle domande • spese per acquisto di beni / attrezzature entro il valore unitario massimo di euro 516,46, a condizione che risultino indispensabili per la realizzazione delle attività e con limite di incidenza massima del 30% del finanziamento assegnabile;

• spese acquisizione beni di consumo e servizi;

• spese di personale, esclusivamente riferite alle attività di cui al precedente punto 6;

• rimborsi spese ai volontari coinvolti nelle attività elencate al precedente punto 6. Le spese che non siano oggettivamente documentabili non possono superare il 15% dell’intero finanziamento concedibile. Non sono ammesse:

• spese che già sono finanziate da altre leggi o provvedimenti nazionali, regionali e locali o per le quali sia già stato ottenuto o richiesto contributo a valere su altre misure nazionali, regionali o comunali;

• spese che non siano direttamente imputabili alle attività oggetto del presente avviso. Il contributo previsto è di: €. 2.000,00 per associazioni con soci da 10 a 20; €. 3.000,00 per associazioni con soci da 20 a 30; €. 4.000,00 per associazioni con soci da 30 a 40; €. 5.000,00 per associazioni con soci da 40 a 50; €. 7.000,00 per associazioni con soci oltre i 50. Non verranno prese in considerazione domande che presentino richieste relative a somme ammissibili inferiori a tale cifra.

Il contributo massimo, anche a fronte di spese ammissibili superiori, è di 7.000,00 euro. Sarà possibile presentare le domande tramite il sistema on-line disponibile alla pagina web http://terzosettore.regione.calabria.it/manifestazione-di-interesse-covid-19/ a partire dalle ore 12:00 del 18/12/2020 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 29/12/2020 .

Le date indicate sui documenti pubblicati sul BURC fanno riferimento al periodo del dichiarato stato di emergenza, ma è da considerare valido, ai fini della presentazione dell’istanza, il periodo che va dal 08/03/2020 al 29/12/2020. Di seguito il link con l’avviso e gli allegati:

https://portale.regione.calabria.it/website/portaltemplates/view/view.cfm?20298

L.B.

Commenti Facebook