Trump sempre più solo: anche funzionari si dimettono dopo che i rivoltosi hanno preso d’assalto il Campidoglio

Diversi funzionari dell’amministrazione del presidente Donald Trump si sono dimessi dopo l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti da parte dei suoi sostenitori. 

La prima a dimettersi è stata Stephanie Grisham, ex addetta stampa della Casa Bianca e attuale capo dello staff della first lady Melania Trump.

Più tardi, la vice segretaria stampa della Casa Bianca Sarah Matthews si è dimessa, con effetto immediato, in risposta agli incidenti al Congresso.

“Come persona che ha lavorato nelle sale del Congresso, sono stata profondamente turbata da ciò che ho visto oggi. Mi dimetterò dal mio ruolo, con effetto immediato. La nostra nazione ha bisogno di un trasferimento pacifico del potere”, ha detto in una dichiarazione.

Anche il segretario sociale della Casa Bianca Rickie Niceta ha presentato le sue dimissioni.

Secondo diverse fonti, altri assistenti stanno valutando la possibilità di dimettersi, tra cui il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Robert O’Brien.

Dalle elezioni presidenziali del 3 novembre, Trump ha rifiutato di ammettere la sconfitta e ha affermato che c’erano frodi e irregolarità, senza portare, però, alcuna prova. Ha esortato migliaia di persone a scendere in piazza per protestare contro i risultati e il voto del Congresso e le conseguenze sono ,ormai, sotto gli occhi di tuto il mondo.

Tags Articolo

Commenti Facebook